Piscine di Adria, corsi di nuoto, sport e relax  

Propaganda Adria: Castelmassa 1 febbraio 2014

Si è aperta sabato 1 febbraio la stagione agonistica 2014 per i piccoli atleti propaganda appartenenti alle piscine di Adria, Codigoro e Porto Viro. Le 25 piccole promesse si sono scontrate con i propri coetanei di altre società presso la piscina di Castelmassa, nella 2ª giornata del girone zonale C del circuito propaganda.

Come portabandiera dei colori adriesi hanno gareggiato tra le corsie gli atleti P2 Andreetta Alice, Busatto Aurora, Gorda Luca, Pellizzari Nicolò. Come rappresentanti della categoria P3 hanno partecipato Ferrari Sofia, Stocco Giulia e Cavazzin Mattia.

Nella gara dei 25 dorso hanno dimostrato grandi qualità gli atleti P2 che si sono piazzati in ottime posizioni. In particolare Busatto Aurora ha fermato il cronometro a 24”7, giungendo 4ª nei 25 dorso; Andreetta Alice ha concluso la sua prestazione in 28”9 nella medesima distanza.

Sempre nei 25 dorso è sceso in acqua Gorda Luca che ha concluso la gara con un’ ottimo 22”0 piazzandosi in 3ª posizione su 36 iscritti. L’intrapredente e coraggioso Nicolò Pellizzari, categoria P2, si è cimentato sulla distanza dei 50m ostacoli, chiudendo la distanza in 49”9 e conquistando la 4ª posizione.

Ottima la prestazione di Luca e Nicolò, protagonisti della staffetta 4x25 dorso maschi assieme a due compagni di Codigoro; strappano una preziosa prima posizione finale chiudendo in 1’29”9, lasciandosi alle spalle ben 12 squadre. Per la categoria P3 hanno gareggiato per la prima volta nella distanza dei 50 metri rana/stile, Ferrari Sofia e Stocco Giulia che hanno stoppato il cronometro rispettivamente a 52”7 e 55”1, chiudendo in 5ª e 9ª posizione. Infine Cavazzin Mattia, categoria P3, ha testato per la prima volta la distanza 50 metri delfino/dorso, chiudendo con un buon 58”0.

Decisamente una buona esperienza per i piccoli atleti adriesi con ottimi piazzamenti oltre ad una decisa dimostrazione di grande spirito di squadra, senso di responsabilità supportati sempre dal piacere di mettersi in gioco e divertirsi. A chiusura della giornata, atleti, genitori, parenti e tecnici hanno partecipato ad un incontro conviviale conseguendo un fantastico “terzo tempo”.