Piscine di Adria, corsi di nuoto, sport e relax  

Campionato pallanuoto triveneto under 20 girone B

Adria Nuoto/Belluno   21/8

(4-2/3-2/8-2/6-2)

Adria Nuoto: Mirko Vicentini (portiere), Samuele Marzolla (2 gol), Gabriele Giolo (3 gol), Federico Battaggia (1 gol), Nico Duò (3 gol), Daniele Trovò (3 gol), Alberto Fumana (5 gol), Marco Zampieri, Luca Salmi (4 gol), Giovanni Nalin (portiere).   

All. Gianluca Marzolla

Dopo due pareggi e una sconfitta, arrivano due vittorie consecutive per Adria Nuoto, la prima nel match casalingo con Belluno la seconda nel derby polesano con il Rovigo Nuoto, consentendo così alla formazione polesana di portarsi a ridosso delle prime posizioni di classifica.

La partita con Belluno è rimasta in equilibrio per i primi due tempi, quando le due squadre sono andate al cambio campo con la formazione adriese avanti 7 a 4.

Nei restanti due tempi, Adria Nuoto ha cominciato ad aumentare la pressione sugli avversari, la percentuale sul tiro è notevolmente aumentata permettendo di chiudere l’incontro con il definitivo 21 a 8.

Miglior marcatore di giornata Alberto Fumana con 5 centri, Luca Salmi 4 segnature, triplette per Nico Duò, Gabriele Giolo e Daniele Trovò, due reti per Samuele Marzolla, una Federico Battaggia.   

Rovigo Nuoto/Adria Nuoto   3/16

(0-2/0-4/1-3/2-6)

Adria Nuoto: Giovanni Nalin (portiere), Mirko Vicentini (portiere), Samuele Marzolla (3 gol), Gabriele Giolo, Nicolò Bovolenta, Federico Battaggia (1 gol), Nico Duò (2 gol), Stefano Bovolenta, Marco Zampieri, Daniele Trovò (2 gol), Nicola Biga (2 gol), Nicola Carlin (4 gol), Alberto Fumana (1 gol).  All. Gianluca Marzolla

A Rovigo dopo più di venticinque anni si respira nuovamente aria di derby, stavolta il blasone dei biancorossi adriesi ha avuto il sopravvento su una formazione con pochi anni di esperienza ma che specie nella prima frazione di gara ha reso difficile il gioco veloce degli ospiti.

Certamente non un grande spettacolo pallanotistico quello visto domenica scorsa a Rovigo, causa principale le dimensioni della piscina del polo natatorio.

Il fondo vasca troppo basso non ha permesso, ai giocatori di esprimere il proprio valore tecnico e all’arbitro, una facile gestione del regolamento di gioco.

Nonostante tutto, l’incontro è stato molto corretto, Adria Nuoto come detto chiude col minimo scarto il primo parziale poi piano piano il divario tecnico è emerso e nei successivi tre tempi gli attacchi adriesi hanno consentito di aumentare il vantaggio, fino al risultato finale di 16 a 3.

Nicola Carlin mattatore di giornata con 5 reti, tripletta per Samuele Marzolla, due reti Daniele Trovò, Nicola Biga e Nico Duò, un gol ciascuno Federico Battaggia e Alberto Fumana.           

Prossimo appuntamento domenica 19 febbraio a Preganziol.    

Immagini correlate